Come potare la Rosa a Cespuglio

Impariamo, con queste guide, a prenderci cura, con gentilezza e passione, delle nostre piante.

Quando potare

 

Le rose a cespuglio devono essere potate verso la fine dell’inverno, una volta terminate le gelate più rigide, assicurando così, una corretta cicatrizzazione dei tagli effettuati.

La comparsa e lo sviluppo dei primi germogli segna inequivocabilmente il momento in cui è possibile procedere alla potatura delle rose.

Questo, solitamente, avviene nei mesi di febbraio/marzo.

Come potare le Rose a Cespuglio
Come potare le Rose a Cespuglio

Su quali rami fiorisce

 

Le rose a cespuglio fioriscono sui rami dell’anno in corso. E’ per questo motivo che esse traggono molto beneficio da potature energiche che permettono loro di rigenerarsi e dar vita ai nuovi rami fioriferi.

Come potare

 

Una potatura vigorosa è essenziale per permettere alla pianta di rimanere giovane ed in buona salute ma soprattutto per garantire una fioritura abbondante. Inoltre, la potatura impedirà alla rosa di invecchiare, facendo sì che essa rinnovi non solo la parte aerea ma anche quella radicale.

Quali rami eliminare:

  1. Rami secchi
  2. Rami deboli
  3. Rami vecchi (2 o più anni)

 

I rami vecchi, vanno potati ad un’altezza di 3/5 gemme a partire dalla base facendo attenzione a tagliare al di sopra di una gemma che punta verso l’esterno della pianta.

Una volta effettuata questa potatura, la rosa emetterà nuove ramificazioni dal ramo rimasto e dalla base portando ad un rinnovamento generale della pianta.

In presenza di rami eccessivamente ramificati, dovuti, per esempio, alla potatura di rami vecchi, sarà necessario tagliare il ramo alla base poiché esso non sarà più in grado di sostenere fioriture abbondanti

Come potare le Rose a Cespuglio
Come potare le Rose a Cespuglio

Ti è piaciuta questa guida?

Faccelo sapere così da realizzare altre utili guide per il giardinaggio, per il lifestyle, per la valorizzazione della natura.